Gianna Foschi

Sono una donna piena di meraviglia e curiosità che ha superato l’età della rabbia, ma non è ancora arrivata a quella della rassegnazione. Femminista, antifascista, ambientalista, contro la guerra. Ritengo che occorra partire dall’educazione e dall’infanzia. Da noi stessi, attraverso l’arte e dal rapporto e dall’esempio che diamo ai bambini e alle bambine. Tutti noi condividiamo la responsabilità di costruire insieme ogni giorno il nostro futuro. Ogni persona dovrebbe lavorare su di sé per cercare il proprio centro. Per agire adeguatamente abbiamo prima bisogno delle giuste direttive per le nostre azioni. Naturalmente la forza decisiva è data dall’amore, ma non si deve cadere nell’errore di credere che sussista una contraddizione tra le questioni che riguardano il cuore e quelle della conoscenza. È vero proprio il contrario. Se l’amore verso un altro essere non è congiunto al desiderio di riconoscerlo, cioè di comprenderlo e di trovare da questa comprensione le giuste forme di rapporto, allora manca qualcosa di essenziale in questo amore, allora esso è bloccato alla radice.